Trigoria (Roma), 5 novembre 2017 – ore 12 – centro sportivo “Agostino Di Bartolomei” – 8^ giornata Campionato Under 15 Girone C

ROMA: Berti, Ludovici (5′ st Nobile), Diaby (15′ st Rocchetti), Dicorato, Ferrante (5′ st Di Bartolo), Evangelisti, Meloni (5′ st Anticoli), Piccolelli, Modugno (28′ st Cantarelli), Scandurra, Spila (5′ st Mancino). A disp.: Marsili, Bruno, Mariani. All. Fattori

PERUGIA: Caputo, Gardi, Farinelli (27′ st Petrioli), Izzo (20′ st Brunetti), Bastianelli, Leonardi, Gaudini (10′ st Pannuti), Spinelli, Del Prete, Lunghi (27′ st Angori), Paciotti (10′ st Santucci). A disp.: Del Bello, Palumbo, Xhani, Lolli. All. Girini

ARBITRO: Martucci di Ostia Lido (Bosco di Roma 2 – Nardozi di Roma 1)

ROMA – L’Under 15 biancorossa impone il pari (0-0) ai pari età della Roma che veniva da 4 vittorie consecutive dove aveva segnato ben 12 gol subendone solo 1. Partita di grande dedizione e attenzione quella giocata dai ragazzi di Girini che hanno creato pericoli alla porta avversaria. La Roma ha colpito un palo ma il giocatore giallorosso era in posizione di sospetto fuorigioco.

Nel primo tempo da segnalare per il Perugia un colpo di testa di Gardi terminato di poco fuori e una deviazione di Izzo di petto all’interno dell’area piccola, su una punizione tagliata dalla trequarti, che esce di un soffio. Ma anche il portiere Caputo è stato chiamato in causa soprattutto in una circostanza dove ha chiuso bene lo specchio ad un avversario giallorosso che si era presentato tutto solo davanti a lui.

Nella ripresa l’unica ammonizione della gara ad Evangelisti che commette fallo al limite dell’area su Lunghi che si era involato verso la porta. La successiva punizione di Izzo termina di poco fuori. I pericoli della Roma arrivano soprattutto da alcune mischie che si vengono a creare all’interno dell’area biancorossa. Poi l’episodio del palo con il giocatore giallorosso che tutto solo colpisce il legno con l’arbitro che giudica regolare la sua posizione. Finisce così 0-0.

“Abbiamo giocato con personalità e grande attenzione – commenta a fine gara il tecnico Girini – contro una squadra forte. L’unico appunto la poca lucidità una volta riconquistata palla. Questa partita aggiunge un mattoncino al nostro percorso di crescita”.

PROSSIMO TURNO: Perugia-Ascoli, domenica 12 novembre