Circa 240 studenti hanno affollato la Sala dei Notari di Perugia. Presente il responsabile del settore giovanile Giovanni Guerri

Il 7 febbraio è la giornata azionale contro il bullismo e il cyberbullismo e questa mattina all’interno della Sala dei Notari di Perugia circa 240 studenti appartenenti a dieci classi seconde hanno discusso insieme agli ospiti su un fenomeno che esiste da sempre. L’avvento dei social ha reso il fenomeno ancora più diffuso amplificandone i comportamenti.

Obiettivo dell’incontro di oggi è stato quello appunto di sensibilizzare e aprire una riflessione non solo sui comportamenti di bullismo ma anche della diffusione degli stessi tramite i social e la rete.

La discussione è iniziata alle 9.30 di questa mattina e sono intervenuti il vicesindaco di Perugia, Gianluca Tuteri, il Procuratore generale della Repubblica, Fausto Cardella, Michela Angeletti e Marco Morello, fondatori di Web Genitori e Federica Pala, presidente Comitato genitori.

All’evento è intervenuto anche il responsabile del settore giovanile Giovanni Guerri: “I casi di bullismo sono ormai molto frequenti nella nostra società ma non per questo devono essere la normalità – ha dichiarato Guerri – È un fenomeno preoccupante e pericoloso che va affrontato in modo chiaro e deciso insieme: famiglie, scuola, società sportive. I ragazzi trascorrono nelle varie società sportive gran parte del loro tempo. Il nostro compito è quello da un lato di educare e quindi prevenire questi fenomeni dall’altro restare sempre in ascolto. Educazione, ascolto e lavoro di squadra per rimanere in tema. Solo così possiamo contrastare questo fenomeno. Una partita quella contro il bullismo, che non possiamo pareggiare o perdere ma che dobbiamo vincere”.