Perugia, sabato 29 maggio 2021 – ore 10:30 – stadio “R.Curi” – 16^ giornata Campionato “D.Beretti” Girone E

PERUGIA: Baietti, Angori, De Marco (30′ st D’Angelo), Rigen, Menci, Pesciallo (42′ st Russo), Ferraro Tammaro, Fabri (30′ st Dioum), Morina (15′ st Lunghi), Mancino (42′ st Krouba), Maisto. A disp.: Cerbini, Pellegrini, Barontini, Larosa, Del Prete, Galeotti, Ba. All. Formisano.

GUBBIO: Montanari, Guerri, Crescentini, Gaia, Lentini, Giacometti, Farinelli (30′ st Ragnacci), Bocci, Nacciarriti (37′ st Pelliccia), Ruggeri, Rossi (7′ st Tiny Signy). A disp.: Elisei, Costantini, Malafronte, Fabbretti, Pauselli, Godano, Vagnetti. All.: Argentina.

ARBITRO: Ilaria Possanzini di Foligno (Francesco Foglietta di Foligno – Arban Krriku di Foligno)

RETI: 24′ st Nacciarriti (G)

NOTE: ammoniti Fabri, Rossi, Ragnacci

HIGHLIGHTS: https://youtu.be/rS1CIFsKz6o

PERUGIA – Il gol di Nacciarriti a metà del secondo tempo condanna la Primavera biancorossa alla seconda sconfitta stagionale portando tre punti in casa Gubbio. Dopo il pareggio di Fermo della scorsa settimana ecco un’altra giornata poco positiva per i biancorossi che in alcune situazioni sono apparsi distratti e anche prevedibili. Il merito va anche al Gubbio che ha chiuso tutti gli spazi concedendo veramente poco agli avversari.

Si gioca al Curi sotto un gran sole. Nei primi minuti due occasioni per Mancino che prima manda fuori e poi si fa parare conclusione dal portiere. Al 20’ Rigen si accentra e tira ma il sinistro è poco preciso. Cinque minuti dopo ancora Rigen in area anticipa tutti con il destro ma Montanari si oppone bene e devia in angolo. Prima frazione che si chiude senza altre emozioni particolari.

La ripresa inizia con un palo colpito da Fabri al 3′ con un destro a giro su punizione. Il Gubbio prende coraggio e al 20′ st Lentini con un lancio da 40 metri, che probabilmente era destinato altrove, per poco non sorprende Bagnetti che si rifugia in angolo. Al 23′ st gli ospiti vanno in gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma l’assistente alza la bandierina ravvisando un fuorigioco. È l’antipasto del gol di Nacciarriti che viene lanciato nello spazio da un compagno e con un tocco morbido supera Bagnetti in uscita. Questa volta la rete è buona e tutta la panchina festeggia. I biancorossi si riversano in attacco ma in modo poco lucido. Al 34′ st Lunghi vince rimpallo in area ma il destro termina alto. Poco dopo altro gol annullato al Gubbio, precisamente a Guerri. Angori ci prova su punizione dai 30 metri ma non inquadra la porta. Al triplice fischio gioisce il Gubbio.

Quando mancano due giornate al termine il Perugia rimane fermo a quota 32 in attesa del Teramo (27 punti) che ha rinviato la gara contro la Sambenedettese. Gubbio che sale a 24.

“Per me è stata un giornata emozionante – spiega a fine gara mister Argentina – perchè da ragazzo venivo qui al Curi a seguire il Perugia di Giunti, Cornacchini e oggi ho vinto con la mia squadra contro un Perugia che ha individualità sopra la media, che gioca in verticale e fa possesso palla. Noi abbiamo sfruttato le nostre caratteristiche cioè umiltà e grinta, tipica di noi eugubini, senza nulla togliere ai biancorossi che vinceranno sicuramente il campionato. Dedico la vittoria a tutte quelle persone che lavorano dietro le quinte del settore giovanile e al presidente Notari che attraverso i tamponi ci ha fatto stare tranquilli”.

“Sconfitta amara che brucia – commenta mister Formisano – nel primo tempo abbiamo avuto varie occasioni, sapevamo che affrontavamo una squadra battagliera e che ha lottato su ogni pallone e dopo lo svantaggio si è fatta difficile. Loro hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e noi non abbiamo concretizzato”.

PROSSIMO TURNO: Sambenedettese-Perugia, sabato 5 giugno