Perugia, 8 ottobre 2017 – ore 10 – antistadio “R.Curi” – 5^ giornata Campionato Under 15 Girone C

PERUGIA: Caputo, Gardi, Petrioli, Brunetti (16’ st Izzo), Xhani, Bastianelli, Pannuti (23’ st Lolli), Spinelli, Del Prete, Lunghi, Santucci (32’ st Mattioli). A disp.: Sergiacomi, Dottori, Farinelli,  Angori, Gaudini, Paciotti. All. Girini

PALERMO: Viola (16′ st Canizzaro), La Mastra, Vaglica, Verdice, Marino, Buscemi, Mamone (36′ st Faulisi), Muratore (16′ st Mezzatesta), Montevago, Izzo (36′ st Runcio), Catania (27′ st Andolina). A disp.: Giambona, Pennino, Scalisi, Sangiorgi. All. Di Benedetto

ARBITRO: Garofalo di Perugia (Mattoni di Città di Castello e Colopi di Perugia)

RETI: 6’ pt Lunghi, 19′ pt e 25′ st Montevago (PA), 31′ pt Izzo (PA), 3′ st Del Prete, 8′ st (rig.) Spinelli, 35′ st Marino (PA)

PERUGIA – Un gol di Marino all’ultimo minuto regolamentare permette al Palermo di vincere in casa biancorossa 4-3 rimontando un doppio svantaggio, prima sull’1-0 e poi sul 3-2. Grande rammarico per la squadra di Girini che ha comunque disputato una buona gara ed è stata punita da alcune situazioni sfavorevoli prima fra tutte un solare calcio di rigore non concesso dall’arbitro che ha optato per una punizione a due in area.

Vantaggio Perugia con Lunghi che al volo insacca una punizione dalla destra. Gli ospiti reagiscono e pareggiano prima con Montevago che in area trafigge Caputo con un destro potente e poi passano in vantaggio con Izzo che si invola in area e batte Caputo in uscita. Nella ripresa i biancorossi ribaltano subito la situazione in cinque minuti con Del Prete che insacca un cross di Spinelli e proprio con Spinelli che realizza un calcio di rigore. La traversa nega a Santucci il possibile 4-2. Il Palermo però, superato il momento di difficoltà, reagisce con Montevago che in un’azione solitaria sulla sinistra vince un contrasto e di sinistro a giro manda la palla nell’angolino destro basso. Poi l’episodio del mancato rigore a cui facevamo riferimento prima. La beffa arriva all’ultimo minuto su calcio d’angolo, Marino stacca di testa indisturbato e sigla il definitivo 4-3.

“Nel primo tempo siamo partiti bene – spiega a fine gara amareggiato il tecnico Girini – anche se abbiamo sofferto su alcune ripartenze. Nella ripresa mi è piaciuta la reazione che ha portato al 3-2 e purtroppo siamo stati sfortunati nella traversa che avrebbe chiuso la gara. Nel finale è mancata la scaltrezza per gestire alcune situazioni e dobbiamo crescere da questo punto di vista”.

PROSSIMO TURNO: Salernitana-Perugia, domenica 22 ottobre (domenica 15 giornata di riposo)