Perugia, 31 marzo 2018 – ore 15 – stadio “Liberati” – 22^ giornata Campionato Primavera 2 TIM Girone B

TERNANA UNICUSANO: Vitali, Tinti, Jacob (1′ st Di Renzo), Buono, Mazzarani (33′ st Votino), Pinsaglia, Nesta (6′ st Mennini), Paglia, De Paoli, Barbetta, Sicari. A disp.: Luciani, Amato, Trovato, Filipponi, Lelli, Mignone, Coia, Ortolani, Pernini. All. Mariani

PERUGIA: Bocci, Patrignani, Santini, Achy, Ceccuzzi, Orlandi, Settimi (34′ st Subbicini), Barbarossa (26′ st Sbordone), Loffredo, Ranocchia, Bagnolo (16′ st Amadio). A disp.: De Maio (GK), Anello, Stramaccioni, Pietrangeli. All. Mancini

ARBITRO: Cudini di Fermo (Barone di Roma 1 – Esalama di Ostia Lido)

RETI: 41′ pt Barbarossa, 5′ st Bagnolo, 13′ st Sicari (T), 32′ st Amadio

NOTE: ammoniti Buono, Santini, Bagnolo, Pinsaglia, Barbetta, Amadio, Tinti, Jacob

TERNI – Il Perugia vince il derby Primavera 3-1 contro la Ternana Unicusano e torna a ridosso degli ultimi posti disponibili per i playoff. Partita molto accesa agonisticamente (alla fine saranno 8 gli ammoniti) e disputata su un campo reso pesante dalla pioggia. Ritmi alti e buone giocate da entrambe le parti non hanno annoiato il pubblico della tribuna. Tutte le reti biancorosse sono state agevolate dagli errori del reparto difensivo della Ternana. Perugia che ha inserito in lista Ranocchia e Stramaccioni, entrambi classe 2001.

L’inizio è dei locali, De Paoli ci prova da fuori area, palla alta di poco. Risponde il Perugia al 13′ con un bel cross di Bagnolo e tiro di prima intenzione di Loffredo che sfiora il palo alla destra di Vitali. Tre minuti dopo Barbetta sugli sviluppi di un angolo riceve palla e tira subito di destro, palla fuori. La gara si sblocca al 41′: lancio dalle retrovie per l’inserimento di Barbarossa, il portiere Vitali tarda troppo l’uscita e il numero 8 biancorosso lo trafigge con un destro sotto misura.

La ripresa si apre con il raddoppio dei Grifoni. Il difensore rossoverde Mazzarani sbaglia il disimpegno, Bagnolo si impossessa del pallone e con un pallonetto millimetrico da fuori area supera Vitali, anche qui rimasto a metà strada. È il 2-0. Poco dopo viene ammonito Bagnolo e si crea tensione in campo e occorre l’intervento di arbitro e guardalinee. I locali però hanno il merito di non abbattersi e tornano subito in partita al 13′ con una bella azione sulla destra di Barbetta che mette un rasoterra veloce che taglia tutta l’area, arriva Sicari sul secondo palo che insacca in rete. Ora la Ternana ci crede e sfiora il pareggio con il neo entrato Mennini che da pochi passi manca la deviazione favorendo l’intervento di Bocci. Bocci che, pochi minuti dopo, si supera sul tiro di prima intenzione di De Paoli dal vertice sinistro dell’area di rigore. Torna la pioggia e il campo diventa ancora più viscido. Al 32′ arriva la rete che chiude di fatto il match. Tiro dalla distanza non irresistibile di Amadio che trova la complicità di Vitali che non trattiene la palla ed è 3-1 Perugia. Nel finale aumenta la tensione in campo, da segnalare una brutta entrata di Tinti su Santini che non viene neanche presa in considerazione dall’arbitro. Il Perugia vince così il derby.

Ecco qui di seguito la classifica quando mancano 4 giornate al termine (ai playoff vanno la 2^, la 3^ e la 4^).

“Oggi i ragazzi sono stati straordinari – commenta mister Mancini a fine gara – in settimana li avevo visti bene ed ero fiducioso che avremmo disputato una buona partita. Vittoria meritata arrivata in una partita particolare come il derby. Venivamo da un periodo poco brillante – aggiunge – ma ho sempre avuto fiducia nei ragazzi, c’è stata una grande risposta da parte di tutti”.

“Il risultato potrebbe dire che il Perugia ha dominato invece loro hanno sfruttato due indecisioni nostre – spiega amareggiato Daniele Giovannelli, allenatore in 2^ della Ternana – nel secondo tempo abbiamo giocato ad una porta sola. Ci rimangono tre partite a disposizione (l’ultima giornata riposano ndr) e proveremo a fare il massimo ma stare qui a parlare di playoff è già un grande risultato”.

PROSSIMO TURNO: Perugia-Foggia, sabato 14 aprile (sabato 8 il campionato osserverà un turno di riposo)