Mame Ndir si racconta nel pre-gara della prossima sfida dei ragazzi guidati da mister Migliorelli.

Lunedì alle ore 15 il Perugia Primavera sarà ospite della Juve Stabia nel match valido per la nona giornatadel campionato Primavera 2 girone B. I campani sono ultimi in classifica con 4 punti frutto di una vittoria contro il Pisa, un pareggio contro il Lecce e 6 sconfitte. A parlare del momento della squadra è Mame Ndir, senegalese diciottenne poliglotta proveniente da una famiglia in cui lo sport è sempre stato impotante (la madre praticava atletica leggera e la sorella palla a mano) ora fermo ai box a causa di un infortunio alla caviglia.

“Ho iniziato a giocare in Senegal a 5 anni. Quando ne avevo 16 il Presidente della mia squadra mi disse che per fare il difensore centrale dovevo andare in Italia. Così sono andato a Rieti e poi ho fatto un provino con il Perugia. Grazie alla società sono cresciuto tantissimo sia a livello tecnico-tattico che personale”.

“La squadra sta andando bene, mettiamo il cuore, ci aiutiamo l’uno con l’altro, non molliamo, lottiamo fino alla fine, siamo come fratelli. Questa è la nostra forza. La settimana di pausa? Come dice il mister, non dobbiamo allenarci per vincere il campionato ma per crearci un futuro nel mondo del calcio e anche fuori. Per cui se c’è la pausa non importa, ci alleniamo di più. Se vogliamo arrivare ad un certo livello non c’è tempo per le pause. Grazie a mister Oddo e ai direttori ho avuto l’opportunità di aggregarmi alla prima squadra per Perugia-Ascoli e di giocare nell’amichevole con il Pomezia. Un’esperienza bellissima. Voglio lavorare per tornarci. A chi mi ispiro? Quando ero piccolo seguivo sempre Alessandro Nesta. Pensando ai giocatori ancora in attività sicuramente mi piacerebbe arrivare ai livelli di Koulibaly, orgoglio senegalese. Ci tengo a ringraziare due persone che mi hanno aiutato molto nella mia carriera: Talla Mboup che mi ha portato nel calcio europeo e Massimo Massi, Presidente della scuola calcio Young Rieti”.

I convocati: Ruggiero, Bocci, Giordano, Righetti, Vitor, Torcolacci, Tozzuolo, Vagnoni, Corradini, Fuscagni, Mangiaratti, Bacchi, Giustini, Tunkara, Liran, Metelli, Laye, Scarpini, Konate.

Arbitro: Mario Saia della sezione di Palermo (Micalizzi-Licari).

Il turno completo: Ascoli-Crotone, Benevento-Frosinone, Cosenza-Livorno, Juve Stavia-Perugia, Lecce-Trapani, Pisa-Salernitana.

La classifica: Ascoli 21, Lecce 15, Trapani 15, Crotone 14, Perugia 12, Cosenza 12, Livorno 12, Benevento 11, Frosinone 8, Pisa 6, Salernitana 4, Juve Stabia 4.

Foto Roberto Settonce. Vietata la riproduzione.