Perugia, 10 febbraio 2018 ore 14:30 – antistadio “R.Curi” – 17^ giornata Campionato Primavera 2 Tim

PERUGIA: Cucchiararo, Santini (13′ st Berci), Martinelli, Achy, Ranocchia (29′ st Sbordone), Patrignani, Konate, Ceccuzzi, Orlandi, Amadio, Bagnolo (1′ st Loffredo). A disp.: De Maio (GK), Pessot, Settimi, Barbarossa, Anello, Pietrangeli. All.: Luciano Mancini.

SALERNITANA: Capasso, Lieto, Crispini, Iurato, Galeotafiore, Granata, Totaro (5′ st Tucci), Bartolotta (37′ st Di Battista), Felicetti, Gaeta, De Sarlo (23′ st Del Prete). A disp.: Leggiero, Ancinelli, D’Acunzo, Bosson, Sorrentino, Malandrino, Inserra, Rossi. All. Alberto Mariani

ARBITRO: Giosuè Mauro D’Apice di Arezzo (Notarangelo di Cassino e Assante di Frosinone)

RETI: 31′ st Del Prete (S), 34′ st (rig.) e 40′ st Loffredo (P)

NOTE: giornata soleggiata con forte vento, presenti 100 spettatori. Ammonito Granata. Al 14′ pt Capasso respinge rigore a Ceccuzzi

PERUGIA – Una doppietta di Riccardo Loffredo (nella foto) permette alla Primavera biancorossa di ribaltare la Salernitana 2-1 e cogliere così la prima vittoria in questo girone di ritorno. Come nelle precedenti giornate è stato il solito Grifo: padrone del gioco ma sprecone in fase conclusiva e per di più oggi aggravato anche dal rigore fallito da Ceccuzzi nel primo tempo che ha complicato oltremodo la partita. Alla fine sono arrivati i tre punti che permettono al Perugia di rimanere agganciato al treno play-off.

Presente alla partita anche il Presidente Santopadre.

La prima occasione capita ad Amadio al 5′ che, su cross di Bagnolo, colpisce bene di testa da pochi passi ma Capasso è reattivo e devia in calcio d’angolo. Al 14′ l’episodio che potrebbe cambiare la partita. Ancora Amadio si destreggia bene in area e viene atterrato da un difensore granata. D’Apice di Arezzo decreta il calcio di rigore. Ceccuzzi si presenta sul dischetto ma Capasso respinge il suo tiro.   Il Perugia accusa moralmente il colpo ma continua a creare occasioni con Martinelli che per due volte si ritrova sul lato sinistro dell’area e prova il tiro sfiorando il palo in entrambe le circostanze. Il primo e unico tiro della Salernitana avviene al 24′ con Bartolotta che entra in area e calcia di sinistro, bravo Cucchiararo a distendersi in calcio d’angolo. Termina così 0-0 la prima frazione.

Nella ripresa entra Loffredo e il Perugia acquista più “peso” in avanti. Al 5′ destro potente di Orlandi che sfiora la traversa. Ancora Amadio ci prova poco dopo ma il suo tiro finisce fuori. Entra Berci che al 22′ si incunea in area ma il suo sinistro è completamente fuori misura. L’azione prosegue e sul successivo cross Orlandi di piatto destro fallisce praticamente un rigore in movimento. Al 28′ cross di Ceccuzzi dalla destra e Loffredo di testa tutto solo in area manda fuori. La legge “gol sbagliato, gol subìto” si applica alla perfezione perché tre minuti dopo lancio di Tucci per Del Prete che con un tocco morbido supera Cucchiararo in uscita per il vantaggio dei granata. La reazione del Perugia è veramente encomiabile e al 34′ Orlandi si procura un altro calcio di rigore. Loffredo rimane freddo e batte il portiere con un tiro centrale. Al 40′ si completa la rimonta. Azione di Sbordone sulla fascia e palla al centro per Loffedo che di piatto destro non sbaglia facendo esplodere di gioia tutta la panchina. 6° centro in campionato per l’attaccante che tornava in campo a due mesi dall’infortunio. Negli ultimi minuti non succede più nulla. Finisce 2-1.

In classifica, Perugia che sale a quota 23 (5° posto) a pari merito con il Frosinone mentre la Salernitana rimane a 15 punti.

“Tornare al gol dopo tre mesi (ultima rete contro il Pescara) ma soprattutto dopo l’infortunio che mi ha tenuto fuori dal campo per due mesi è stata una bellissima sensazione – ha dichiarato nel post gara il protagonista di giornata, Riccardo Loffredo. Un grazie speciale ai miei compagni che mi hanno sempre sostenuto. Purtroppo dobbiamo creare tanto per segnare ma è una vittoria che ci permette di credere ancora di più nei playoff”.

“Se riuscivamo a perdere o pareggiare questa partita sarebbe stato veramente incredibile – commenta sorridente Luciano Mancini – perché abbiamo prodotto tante occasioni e disputato una bellissima gara. Abbiamo preso gol nel nostro momento migliore ma la reazione è stata da grande squadra. Vittoria più che meritata direi. Sono contento per Loffredo che ha lavorato tanto per rientrare. Il nostro obiettivo sono i play-off e ce la metteremo tutta per arrivare fino in fondo”.

“Primo tempo bene – spiega un po’ amareggiato il tecnico della Salernitana Alberto Mariani – abbiamo difeso stretti e compatti riuscendo a venir fuori con poche difficoltà. Dobbiamo migliorare nell’ultimo passaggio. I due calci di rigore sono stati nostre ingenuità ma l’errore ci sta, la nostra è una squadra giovane che deve crescere in queste situazioni. La riforma di questo campionato la trovo una scelta positiva perché c’è più equilibrio, non ci sono più goleade, il divario tecnico si è ridotto”.

PROSSIMO TURNO: Bari-Perugia, sabato 17 febbraio

Ecco le immagini migliori del matchhttps://www.facebook.com/acperugiasettoregiovanile/posts/1040338912771076