Ora sono 13 i punti in classifica dei biancorossi.

Sabato 2 marzo la formazione Primavera del Perugia torna alla vittoria davanti al pubblico amico nell’incontro valido per la settima giornata del girone di ritorno del campionato Primavera 2. Il match comincia nel peggiore dei modi: al quarto minuto un cross da centrocampo scavalca la difesa biancorossa e Antonelli, uno contro uno con Bocci, sigla la rete del vantaggio per gli ospiti che si ritrovano in vantaggio alla prima occasione. Dopo venti minuti Giorgio Pagliari viene steso in area e l’arbitro concede il calcio di rigore. Minacori va dagli 11 metri e spiazza Davide Di Stasio. Passano 180 secondi e il Perugia ha un’occasione in contropiede con Bagnolo che prova la conclusione dalla sinistra, ma il portiere avversario devia in calcio d’angolo. Il primo tempo si chiude senza altri grandi occasioni. Nella ripresa il primo che prova a dare una sterzata alla partita è Filippo Barbarossa con un tiro dal limite dell’area che finisce alla sinistra della porta. Cinque minuti dopo da calcio d’angolo arriva un bell cross per il colpo di testa di Ndir: una deviazione nega al difensore la gioia del gol. É un monologo biancorosso: al ventesimo Bagnolo ci prova da posizione centrale al limite dell’area ma il portiere rossonero fa suo il pallone. L’episodio che cambia la partita arriva al ventottesimo minuto: Settimi dalla destra dribbla l’avversario e fa partire un sinistro a giro che prima tocca la traversa e poi entra in porta: il Perugia è in vantaggio. Il Foggia prova a recuperare senza creare mai concrete occasioni da rete con l’unica eccezione di una punizione dalla sinistra che finisce di poco alta sulla traversa.

Mister Pagliari non nasconde la soddisfazione: “Sono contento per i ragazzi che da mesi si allenano e giocano impegnandosi molto. Da qualche settimana stiamo lavorando per essere meno belli ma più uniti e concreti. Rimontando il risultato la squadra ha dimostrato di avere grande personalità”.

Perugia: Bocci, Santini (45’st Vagnoni), Righetti, Giordano, Stramaccioni, Ndir, Settimi (Cap.), Pagliari, Minacori (24’st Trawally), Barbarossa Filippo (45’st Romani), Bagnolo (32’st Cavaliere). A disposizione: Kisyo, Tozzuolo, Corradini, Barbarossa Alessandro, Lucaj, Odishelidze, Scarpini, Leite Correia. All. G. Pagliari.

Foggia: Di Stasio Davide, Fiore, Cucci (12’st De Vitis), Capanna, Di Stasio Sergio, Massa, Sergio (28’st Muscatellio), Arena (Cap.), Antonelli, Di Masi, Palumbo (15’st Marini). A disposizione: Pittaresi, Quaranta, Urbansky, De Vivo, , Ridzal, Moscogiuri. All. G. Pavone.

Arbitro: Marco Rossetti della sezione di Ancona (Salvatori-Montanari).

Reti: 4’pt Antonelli, 25’pt Minacori su calcio di rigore, 28’st Settimi.

Note: ammoniti 43’pt Bagnolo, 31’st Giordano, 34’st Marini, 35’st Righetti.