Apricena (Foggia), 25 novembre 2017 ore 14:30 – stadio “Madrepietra Stadium” – 10^ giornata Campionato Primavera 2 Tim

FOGGIA: Lanzetta, Cascione (3′ st Muscatiello), Caruso, Vallario, De Filippo, Betti, Antonelli (14′ st Amatulli), Amabile, Schena, De Cristofaro, Lauriola (29′ st Visani). A disp.: Sprecacè, Rizzi, Rubino, Canatavenera, Francioso, Rizzelli, Sorgente. All. Pavone

PERUGIA: Cucchiararo, Subbicini (20′ st Orlandi), Martinelli, Achy, Ceccuzzi (1′ st Ranocchia), Pessot, Kouan Oulai, Panaioli, Loffredo, Amadio, Traore. A disp.: De Maio, Bagnolo, Pietrangeli, Anello, Torregrossa, Barbarossa, Settimi, Della Morte. All.: Mancini.

ARBITRO: Ilario Guida di Salerno (Vettorel di Latina e Somma di Castellammare di Stabia)

RETI: 4′ pt Cascione, 12′ pt Schena, 16′ pt Traore (P), 17′ st (rig.) Lauriola

NOTE: espulso al 25′ st Kouan Oulai per fallo di reazione. Ammoniti Cascione, Vallario, Kouan Oulai

FOGGIA – La Primavera biancorossa perde a Foggia 3-1. Gara subito in salita visto l’uno-due rossonero dopo 12 minuti a cui si è aggiunta la poca concretezza sotto porta e l’espulsione di Kouan Oulai.

Partita che si complica già dopo quattro minuti. Cascione dalla fascia destra crossa al centro, la parabola si trasforma in un tiro e beffa il portiere Cucchiararo. Al 12′ il portiere del Perugia si riscatta deviando in corner con un bell’intervento la conclusione di Lauriola. Sul corner successivo però nulla può sulla deviazione di Schena. 2-0 Foggia. I biancorossi reagiscono con Amadio che serve in profondità Traorè, tiro dell’attaccante della Costa D’Avorio e gol che riapre la partita. Il Foggia tiene in mano la partita e nei minuti successivi sfiora addirittura la terza rete con due conclusioni di Lauriola che terminano di poco sul fondo. Prima del riposo De Cristofaro di testa su cross da calcio d’angolo anticipa tutti, Achy sulla linea respinge di petto strozzando in gola la gioia del gol.

Nella ripresa ancora Cucchiararo si fa notare respingendo una conclusione di Antonelli. Ranocchia, entrato nel corso dell’intervallo, prova a scuotere i suoi con un bel tiro ma il portiere del Foggia è attento. Al 17′ il gol che chiude la partita arriva su calcio di rigore, molto dubbio, concesso per un fallo di Achy. Lauriola non sbaglia. A complicare ulteriormente le cose ci si mette anche Kouan Oulai che reagisce ad una provocazione e viene espulso. Il Perugia però non si arrende e sfiora con Pessot l’occasione per riaprire la gara ma il suo colpo di testa si spegne di poco sul fondo. Nel finale prima De Cristofaro e poi con Muscatiello sfiorano il gol mentre l’ultima occasione della partita è ancora del Perugia con Loffredo che non inquadra la porta da posizione favorevole.

Il Foggia dopo due sconfitte consecutive torna alla vittoria raggiungendo a quota 13 punti in classifica proprio il Perugia che avrà subito l’occasione per rifarsi mercoledì 29 novembre in Tim Cup in casa del Chievo Verona (inizio ore 14). 

“Giornata storta – commenta amareggiato il tecnico Mancini – una delle più negative da inizio stagione, sconfitta meritata. La squadra ha subìto la maggior determinazione degli avversari. Però dobbiamo avere la forza di reagire, mercoledì si torna subito in campo”.

PROSSIMO TURNO: Perugia-Avellino, sabato 2 dicembre