L’allenatore della Primavera traccia le prime valutazioni dopo questa primissima parte del campionato.

Tempo di pausa di campionato anche per la Primavera biancorossa quarta in classifica con 7 punti frutto di 2 vittorie, 1 pareggio e una sconfitta. Le risposte che mister Giovanni Migliorelli ha avuto dai ragazzi in queste prime partite “Sono positive – afferma – le abbiamo avute fin dai primi giorni di ritiro. Fin da subito ho notato grande impegno, applicazione, voglia di mettersi a disposizione, e questo atteggiamento è proseguito. I risultati hanno impreziosito il tutto ma anche la partita di Benevento, che abbiamo perso, è stata una buona gara simile alle altre. Sono molto soddisfatto di come stanno andando le cose, al di là dei numeri”. C’è un aspetto di cui l’allenatore è particolarmente soddisfatto: “La partecipazione e disponibilità da parte dei ragazzi. Stiamo condividendo un progetto, un modello di gioco piacevole ma anche complicato che ha bisogno di tempo per essere applicato. Con questa dedizione e pazienza ci possiamo divertire”. La strada da fare però è ancora molta: “Dobbiamo migliorare su tutto. Quando parliamo di giovani si deve sempre migliorare in ogni aspetto: tecnico, tattico, comportamentale, professionale. Se si parla di giovani senza parlare anche di miglioramento c’è qualcosa che non va“.

Dopo 4 giornate il Perugia ha il miglior attacco del campionato Primavera 2 girone B, ma il mister ci tiene a mantenere l’equilibrio: “I numeri presi così hanno un valore limitato, basti pensare che abbiamo fatto 6 gol solo nella prima partita. È un po’ presto per fare queste valutazioni, non vorrei che si facessero voli pindarici”. La concentrazione deve essere tutta indirizzata al Frosinone, prossimo avversario dei grifoncelli: “Sono una squadra forte e organizzata. Conosco il loro allenatore perché l’anno scorso ci siamo incontrati con l’Under 17, fa un buon calcio. Per storia e tradizione il Frosinone ha ottime individualità e una buona collettività. Sarà una partita difficile, come tutte“.

Nell’ultima amichevole della prima squadra mister Oddo ha dato spazio nel secondo tempo anche a Giordano e Ndir, due dei ragazzi alla corte di mister Migliorelli. E proprio il mister non nasconde la soddisfazione: “Per chi come me lavora nel settore giovanile qualsiasi situazione in cui c’è una possibilità per i giocatori di salire di una categoria è una grande vittoria“.