Perugia, 1 marzo 2018 – “Se con questa neve siete venuti lo stesso allora vuol dire che avete veramente una grande passione, d’altronde solo chi ha passione può fare il portiere”. Così Graziano Vinti, ex numero uno del Grifo negli anni dal 1985 al 1992 ma anche di Palermo, Venezia, Catania, Ancona e Sassuolo, attualmente preparatore dei portieri delle Nazionali italiane giovanili Under 15, Under 16 e Under 20, ha voluto salutare tutti i preparatori dei portieri delle squadre giovanili biancorosse, vivaio, scuola calcio Academy e società affiliate dell’Umbria presenti al corso di aggiornamento organizzato dalla società. Una giornata che si è fermata solo alla parte in aula visto che le pessime condizioni atmosferiche hanno impedito di scendere in campo per la parte pratica. Parte pratica che verrà recuperata prossimamente.

Ad introdurre i lavori non poteva che essere il Responsabile Settore Giovanile e Vivaio Giovanni Guerri, ex portiere ed ex preparatore dei portieri, anche del settore giovanile del Perugia. “Abbiamo bisogno di persone semplici e concrete e Graziano è una di queste” ha spiegato Guerri – in un ruolo quello del portiere che è sempre in evoluzione”.

Tante le tematiche trattate: dalla posizione del corpo in determinate situazioni alla preparazione mentale e fisica, dai metodi di allenamento alle caratteristiche di un portiere “già fatto” e di “uno in fase di crescita”.

“Carattere, coraggio e sfrontatezza unito ad una buona tecnica solo le caratteristiche che deve avere un ragazzo che vuole diventare un buon portiere” ha spiegato Vinti agli altri “colleghi”. Non poteva mancare un ricordo dell’esperienza perugina. “Per me giocare a Perugia è stato come giocare in Nazionale o vincere un Mondiale, Perugia mi ha dato tutto, esperienza bellissima”.