Perugia, 20 gennaio 2018 – Nel post gara di Perugia-Virtus Entella le parole dell’attaccante Alberto Cerri, autore del secondo gol della partita, il quinto in questo campionato.

“Era importantissimo iniziare bene il girone di ritorno e lo abbiamo fatto con un nuovo modulo. Inizialmente ci sono state delle difficoltà però siamo stati bravi a superarle. La pausa ci è servita per ricaricare le pile. Oggi era una partita importante e abbiamo approcciato nella maniera giusta. Il nostro primo obiettivo è raggiungere la salvezza. Cerchiamo di fare più punti che possiamo, poi ci auguriamo anche di divertirci”.

“Nel primo tempo abbiamo avuto qualche difficoltà perché gli avversari giocavano molto bassi e concedevano poco, poi entrambe le squadre si sono allungate, così siamo riusciti a trovare più spazi e sono venuti i gol. Conosco le mie lacune e cerco di lavorare giorno per giorno per colmarle. Devo essere più incisivo, oggi per esempio ho sbagliato certe cose che mi è dispiaciuto perché potevo far fare gol a Samuel Di Carmine che se lo meritava, gli auguro di farlo venerdì a Pescara. Devo essere meno lezioso e più concreto. A me non piace giocare da fermo, preferisco muovermi e cercare la palla, questo però mi porta a stare lontano dalle porta e faccio fatica a trovare il gol”.

“Voci sul futuro? Non ho ricevuto chiamate da nessuno e resterò a Perugia fino a giugno”.

“Ogni stagione ha la sua storia e le sue problematiche. All’inizio c’erano aspettative diverse ma ancora il campionato è lungo. Mi farebbe piacerebbe sentire gli applausi per tutti i miei compagni perché se li meritano”.