Salerno, 9 dicembre 2017 – Salernitana-Perugia, queste le parole post gara del tecnico Roberto Breda.

“Abbiamo disputato un buon secondo tempo anche se nel primo non abbiamo fatto male, il vento però ha molto condizionato la partita. Nel secondo tempo siamo stati quasi sempre nella loro metà campo. L’interpretazione della partita da parte dei miei è stata molto buona. Nel gol loro c’è stato un disguido per il problema con Falco che si è infortunato, non capivamo se doverlo farlo uscire. Siamo stati bravi come gruppo a creare occasioni per pareggiare. Mentre con l’Ascoli abbiamo creato poco, oggi abbiamo avuto molte occasioni, forse la pecca è stato non segnare prima per poi avere altre opportunità per chiuderla”.

“Se uno guarda lo sviluppo del gioco meritavamo qualcosa in più noi, per come si era messa è andata bene così. Le occasioni che abbiamo avuto sono state anche cercate con il gioco, non solo buttando in avanti il pallone. Per come abbiamo giocato un po’ di amaro in bocca c’è però l’atteggiamento era giusto. C’è da dire che è la prima settimana che lavoriamo su questo modulo, quindi c’è sicuramente da migliorare”.

“In serie B è importante avere equilibrio e rimanere in partita. Dobbiamo usare al meglio le nostre qualità ma è importante avere la base giusta. Questa è una squadra forte, non è da tutti fare un primo tempo così a Salerno. Bisogna ancora lavorare e diventare più efficaci”.

“Per quanto riguarda gli infortuni Zanon ha una infiammazione al ginocchio, Falco un problema muscolare mentre Di Carmine ha preso una botta allo zigomo. Rosati, durante il riscaldamento, ha avuto un problema alla schiena. Dossena è stata una scelta tecnica in virtù di quello che ho visto anche la settimana scorsa, ha disputato un’ottima partita. Volta ha giocato sempre e resta in ogni caso un giocatore importantissimo”.

“La Serie B è imprevedibile ma i granata rimangono una compagine molto valida. Mi ha fatto piacere il saluto dell’Arechi”.