Perugia, 2 settembre 2021 – Ecco le dichiarazioni del Direttore Sportivo Marco Giannitti nella conferenza odierna:

“Oggi non voglio fare la solita conferenza stampa post mercato con l’elenco dei giocatori ceduti ed acquistati. Voglio fare un discorso più ampio. Voglio fare un punto sul progetto Perugia. Un progetto che è nato ad agosto dell’anno scorso ed è un progetto di rinascita, di orgoglio, di appartenenza, di rispetto ed onore per questa società e il suo blasone.
È un progetto che parte dal Presidente Santopadre con l’avvento del Direttore Generale Comotto e del sottoscritto.
Il primo step l’abbiamo raggiunto a maggio, e forse è stato quello più difficile e più rischioso ma l’abbiamo portato a casa perché ci abbiamo creduto con forza, tutti.
Il Perugia è di nuovo in serie B, in un campionato importante e di grande visibilità. A distanza di un solo anno, ritroviamo una serie B totalmente diversa, più difficile e competitiva rispetto alla serie B che abbiamo conosciuto nel passato.
Lo confermano le squadre che vi prenderanno parte e i numeri relativi alle transazioni avvenute che da più parti fanno affermare che si tratterà di una A2 più che di un campionato di seconda serie.
Il secondo step del progetto Perugia è, come già abbiamo dichiarato in precedenza, quello di mantenere la categoria.
Per noi mantenere la categoria significa molto più che salvarci. Significa lavorare seguendo un percorso di crescita, scendere in campo ogni sabato, a prescindere dall’avversario, per portare a casa il massimo del risultato e per far divertire i nostri tifosi.
L’obiettivo della salvezza non va visto quindi come un limite ma come un punto di ripartenza intorno al quale costruire una squadra, un’identità di gioco e le prospettive per obiettivi futuri più ambiziosi”.

VIDEO CONFERENZA