Foggia, 13 ottobre 2017 – Ecco le parole del tecnico Giunti al termine di Foggia-Perugia:

“Dispiace perché delle ultime tre sconfitte questa è sicuramente immeritata. Nei primi venti minuti la squadra è partita bene, ma purtroppo abbiamo subito il gol. Ho visto impegno e volontà fino alla fine, il palo nel finale è lo specchio di una gara nata male. ll Foggia ha giocato la sua migliore partita e quella più strana, visto che spesso giocava in contropiede. Abbiamo anche rischiato con la linea difensiva alta, potevamo lasciare spazi. Ma penso che la prestazione ci sia stata. Dobbiamo tenere calmi i nervi ma sono convinto che abbiamo tutte le qualità per superare questo momento”.

“Dobbiamo recuperare l’autostima perduta, io in questa squadra credo veramente e i ragazzi lo sanno, il campo dice cose diverse ma bisogna restare concentrati sul lavoro della settimana e recuperare punti nelle partite. Al primo episodio negativo ci disuniamo e non facciamo quello che dobbiamo, oggi lo abbiamo fatto e il pareggio sarebbe stato più giusto”.

“Il cambio di Rosati? Peccato, ha avuto un problema fisico e mi ha tolto la possibilità di un altro cambio in mezzo al campo”.

“La mia espulsione? Sono uscito dall’area tecnica ma non so se è questa la motivazione per cui sono stato allontanato. La decisione l’ha presa l’assistente, non l’arbitro. Il fallo di Vacca? Entrata in ritardo, ma vorrei rivederla. Comunque dal campo abbiamo avuto tutti la stessa impressione…”.

“Ho parlato, se pur brevemente, con la società e siamo tutti convinti di poter uscire da questo momento”.

“Abbiamo proposto ottime cose questa sera e torneremo quelli di prima. Adesso torniamo a Perugia e ci alleniamo per bene”.