Il girone di andata del campionato nazionale Under 15 femminile è terminato e la classifica vede le grifoncelle al primo posto.
Dopo la vittoria contro la Jesina le ragazze di mister Cannito si ritrovano a preparare il girone di ritorno con tante aspettative e voglia di fare qualcosa di importante.

Tra le file delle grifoncelle c’è Maila Pierotti, classe 2005, attaccante d’area di rigore, con tanto fisico e tecnica, a cui piace mettersi sempre a disposizione della squadra.
Arrivata lo scorso anno al Perugia, ha stupito tutti con la sua diligenza e passione per questo sport che ogni settimana la fa venire da Gubbio all’Antistadio Renato Curi per allenarsi con le proprie compagne.
Tanti sacrifici e una buona mole di impegno hanno permesso a Maila di diventare un punto di riferimento per la squadra e per mister Cannito.

Conosciamola meglio e sentiamo il suo parere sul campionato che vede il Perugia grande protagonista.

– Come nasce la tua passione per il calcio?
È una passione che mi porto dietro da sempre, fin da quando ero piccolissima, e con il tempo mi sto rendendo conto che il mio interesse cresce sempre di più e per questo ho deciso di intraprendere questo percorso sportivo.

– Quanto è difficile conciliare gli studi con gli impegni calcistici?
Non è molto difficile per me conciliare gli studi con gli impegni calcistici perché riesco ad organizzarmi con anticipo. Quando non sono al campo ad allenarmi cerco sempre di avvantaggiarmi con la scuola, in modo tale da mettere più concentrazione e impegno nei giorni di allenamento.

-Quali sono i tuoi hobby oltre al calcio?
Oltre al calcio non ho tantissimi hobby perché dedico molto del mio tempo a questo sport.
Mi piace ascoltare musica, non solo nel tempo libero ma anche prima delle partite perché mi da la carica. Non ho un genere preferito, ascolto un po’ di tutto.

– Parlaci della tua squadra.
Beh che dire, più che una squadra io la chiamerei famiglia!
Con loro mi diverto tantissimo, siamo molto unite, ridiamo e scherziamo. Allo stesso tempo, quando è necessario, sappiamo mettere da parte gli scherzi e concentrarci per lavorare al meglio e migliorarci. Mi sono trovata benissimo e da quando sto con loro mi sento a casa. La maggior parte delle volte non vorrei uscire dagli spogliatoi, vorrei trascorrere altro tempo insieme a loro perché mi sento a mio agio. In poche parole, per me siamo una vera squadra.

– Quali sono le tue aspettative personali per questo anno calcistico?
Spero di migliorare sempre di più e di avere un impegno costante per ottenere buoni risultati perché ogni giorno cerco di fare sempre meglio e di dare il 100%.

– Segui il calcio femminile? Hai una calciatrice preferita?
Non seguo molto la serie A femminile ma seguo spesso la prima squadra e la Primavera. Mi piacciono tutte, non riesco a scegliere una preferita. Posso dire che seguo di più il maschile, mi ispiro a Icardi di cui sono tifosa.

– Quali aspettative hai per questo Campionato Nazionale Under 15?
Mi aspetto grandi cose perché ritengo che siamo una squadra in grado di fare bene, non ci manca nulla per poter portare a casa ottimi risultati.
Ovviamente tutte noi speriamo di vincere e arrivare il più lontano possibile e sono convinta che ci toglieremo grandi soddisfazioni.