Meda, domenica 12 giugno 2022 – ore 15:30 – gara playout Campionato Femminile Girone A

REAL MEDA: Ripamonti, Antoniazzi (13′ st Sironi), De Zen (19′ st Panetta), Ferrario (43′ st Turati), Longo, Mariani, Molteni, Moroni (10′ st Campisi), Podda, Roma, Rovelli. All. Zaninello

PERUGIA: Cerasa, Serluca, Franciosa, Bortolato, Gwiazdowska (2′ st Ciferri), Di Fiore, Paolini, Piselli (36′ st Venturi), Mascia, Annibaldi (14′ st Chiasso), Lamenzo (42′ st Bonadies. A disp.: Antonelli, Viola, Liucci, Pierotti. All. Peverini.

ARBITRO: Nabil Ghazy di Schio (Lentini e Andreoni di Milano)

RETI: 24′ pt Antoniazzi, 43′ pt Longo, 2′ st Moroni

MEDA – La sfida playout per il mantenimento della categoria la vince il Real Meda che batte 3-0 le ragazze biancorosse. Perugia dunque che retrocede in Eccellenza al termine di un campionato sofferto che l’ha vista raggiungere con tenacia la zona playout. Ma non è bastato. Alla fine grande amarezza per tutto il gruppo guidato da Vania Peverini.

Ci prova subito la Di Fiore, palla alta sopra la traversa. Le locali prendono le misure e dopo un paio di azioni pericolose vanno in vantaggio con Antoniazzi su cross di Podda. Il Real Meda attacca e raddoppia poco prima del finale di tempo con un calcio d’angolo battuto dalla Moroni sul quale si avventa Longo che di testa insacca.

Nella ripresa il sigillo sulla gara lo mette Moroni. Girandola di cambi che non incidono sulla partita e al triplice fischio è festa per il Real Meda e sconforto per il Perugia.

Queste e parole del tecnico Vania Peverini al termine della gara:

Raccontiamo purtroppo la fine di un sogno, di un percorso che sfortunatamente ci ha penalizzato fin troppo. Domani analizzeremo i numeri, gli errori, analizzeremmo tante cose. Alle ragazze ho semplicemente sottolineato il percorso che è stato fatto e ci portato ad oggi a giocarci la salvezza, invitandole a guardare la crescita che hanno avuto nel girone di ritorno, dove abbiamo fatto il doppio dei punti, sia sotto il profilo personale che di gruppo. Dispiace a tutti ma soprattutto dispiace per loro, per tutto l’impegno e la dedizione. Anche oggi un pizzico di sfortuna ed inesperienza hanno fatto la differenza. Sono giovani, sicuramente avranno modo di riscattarsi presto sul campo con risultati diversi. Devono pensare che con la loro giovane età, il meglio è davanti a loro; hanno avuto una crescita esponenziale e devono continuare ad impegnarsi come hanno fatto e arriveranno i risultati. C’è tanto rammarico perché le ragazze si sono impegnate tanto ma il calcio è fatto di episodi e oggi non ci hanno dato ragione. Si sarebbero meritate un risultato diverso, ma il calcio non si fa con i se e con i ma, si accetta il risultato per quello che è, facendo i complimenti al Real Meda“.