Aleandro Rosi è stato intervistato all’interno del negozio Frankie Garage del centro commerciale Gherlinda

“Questo Perugia lo sento molto mio. È una squadra formata da un bel mix di tanti giovani e da ragazzi esperti, come me. Sono convinto che possiamo toglierci grandi soddisfazioni. Il calcio per me è la vita. Ma non vorrei associare troppo il calcio a quello che è la vita normale perché ci sono tante altre situazioni. La nascita di mia figlia mi ha responsabilizzato mi ha cambiato in positivo in tante cose”.

Il Passato.

“Bruno Conti? È stata una persona molto importante nella mia vita. Mi ha preso nelle giovanili della Lazio e mi ha lanciato nel grande calcio. Spalletti? Altra figura importante perché mi ha fatto fare il salto definitivo. Con Louis Enrique ho un rapporto bellissimo. Colgo l’occasione per esprimere vicinanza per il lutto subito. Louis era una persona positivissima, ha avuto delle difficoltà e mi dispiace perché a Roma interpretava un calcio importante”.

Rosi capitano.

“Essere il capitano del Perugia è una bella esperienza, una bella opportunità. Mi da ancora più carica, mi spinge a fare bene, a dare sempre di più ogni giorno per essere anche da esempio ai compagni, sopratutto ai più giovani…”

Guarda l’intervista integrale