Ospite della trasmissione “Calcio Ladies”, ieri la responsabile dell’A.C. Perugia Calcio femminile Valentina Roscini ha parlato dello scudetto juniores conquistato domenica: “É stata una bellissima giornata di calcio, è sempre bello vedere settori giovanili che riescono ad arrivare a questi risultati. É stata anch’esperienza bellissima per le ragazze e questa è la cosa più importante. L’allenatrice del Torino per me è sempre stata un’icona, quando io giocavo lei era in Nazionale. Ricevere i suoi complimenti è stato meraviglioso, la sua squadra ha lottato e non ha mai mollato. Ci siamo unite al Perugia Calcio l’estate scorsa e alla prima stagione è subito arrivato questo straordinario risultato. Sicuramente l’avvento di squadre femminili professionistiche ha aiutato anche le dilettanti a credere nel proprio progetto. Finalmente anche questa realtà sta arrivando in Italia. Penso che il prossimo step a livello nazionale sia far crescere i settori giovanili ed uscire dallo stereotipo che il calcio è solo uno sport per maschi”.

Non poteva mancare un commento sulla Nazionale femminile che ha conquistato l’accesso ai quarti di finale del mondiale: “É bellissimo tornare a casa dal lavoro per vedere la propria Nazionale che questa volta è quella femminile. Penso che anche dalla televisione si noti tantissimo la loro voglia di arrivare e il loro entusiasmo. É l’ennesima dimostrazione che se il calcio diventa una professione anche per le donne poi tutti possono arrivare a livelli importanti come sta facendo la Nazionale. Ci sono alcune ragazze del nostro settore giovanile che sono andate a vedere le partite in Francia con i genitori e questo per chi come me ha vissuto il calcio femminile quando era uno sport di nicchia è davvero emozionante. Il merito è delle ragazze che lottano insieme a prescindere da chi parte titolare. É il gruppo che sta facendo la differenza”.