Perugia, sabato 6 novembre ore 11 – antistadio “R.Curi” – 8^ giornata Campionato Primavera 2 Girone B

PERUGIA: Megyeri, Baldi, Menci (1′ st Pupo Posada), Mussi, Cicioni (4′ st Boli), Elefante (1′ st Parolisi), Mabille, Fabri, Seghetti (22′ st Biondelli), Bevilacqua, Maisto (1′ st Morina). A disp.: Zizzania, Del Prete, Lo Giudice, Paladino. All.: Formisano.

COSENZA: Borrelli, Cimino, Abruzzese, Caracciolo, Szyszka, Sirimarco, Spingola, Caizza (40′ st De Rogatis), Arioli (1’st Esposito), Di Fatta (40′ st Bapignini), Zilli. A disp.: Pezzella, Portogallo, Marino, Gigliotti, Maccari, Costanzo. All.: Altamura.

ARBITRO: Sig. Matteo Cianci di Carrara (Salama – Pizzoni)

RETI: 20′ pt e 2′ st Zilli, 30′ pt Caizza, 34′ pt Arioli, 43′ st (rig.) Fabri (P)

NOTE: ammoniti Cicioni, Caizza, Menci, Esposito, Seghetti, Morina, Abruzzese, Bapignini.

PERUGIA – Una sconfitta mentale più che tecnica o tattica per la Primavera di Formisano che probabilmente paga il rullino di vittorie delle prime uscite. Il Perugia non scende in campo nel primo tempo, andando sotto per tre reti a zero contro un Cosenza che ha ottimizzato le occasioni avute soprattutto con i calci da fermo che hanno consentito di allungare con reti tutte simili fra loro che hanno steso i biancorossi. Il Perugia non riesce a imporre il proprio gioco nonostante il tentativo di tenere per sé il pallino del gioco. Manca la solita cattiveria, manca il cinismo tanto che la rete del definitivo 1-4 arriva soltanto nel finale con il tiro dal dischetto di Fabri. Il campionato si ferma per la pausa nazionali: il Perugia tornerà in campo sabato 20 novembre in casa dello Spezia che ha inchiodato sullo 0-0 la Lazio.