Probabilmente i ragazzi della Primavera e di tutte le squadre del settore giovanile partecipanti ai campionati nazionali oggi pomeriggio si aspettavano di svolgere un normale allenamento, ma così non è stato. I giovani biancorossi hanno infatti ricevuto la visita del Presidente Massimiliano Santopadre, accompagnato dal direttore responsabile del settore giovanile e vivaio Giovanni Guerri e dal responsabile tecnico agonistico Piero Lombardi. Il patron dei Grifoni, che ha trascorso il pomeriggio nel centro sportivo di Pian di Massiano, ha voluto conoscere personalmente le squadre che si stavano allenando sui campi del centro sportivo biancorosso.

È stata anche l’occasione per scambiare qualche parola con i giovani calciatori, i loro allenatori, e per spiegare di persona quanto la crescita e la maturazione dei ragazzi sia al centro del suo progetto: “Per noi questo è il cuore pulsante del club. La gioventù porta sempre forza, vigore e anche giocatori importanti. Il mio sforzo è sempre stato indirizzato alla crescita dei settori giovanili, anche grazie ai nostri collaboratori”.

Rivolgendosi alla rosa e allo staff tecnico della Primavera il Presidente si è congratulato: “Quest’anno siete partiti molto bene, fattore che non fa mai male e mi inorgoglisce. Dovete essere fieri di indossare questa maglia perché in futuro, indipendentemente da come andrà la vostra carriera calcistica, potrete raccontare di essere stati calciatori del Perugia, un’esperienza fondamentale che va al di là del lato sportivo. In questi campi non venite solo a giocare a calcio, ma diventate uomini. Il risultato sul campo sarà una conseguenza dei vostri comportamenti. Il nostro auspicio è vedervi diventare dei grandissimi calciatori. Per arrivarci ci vuole testa, gambe, e soprattutto cuore”.

Giovanni Guerri ha aggiunto: “La formazione, la crescita e il senso di appartenenza sono valori importanti in cui crediamo fortemente. Il Perugia Calcio fa crescere giovani ragazzi sotto tutti i punti di vista”.

“È stato bellissimo vedere l’emozione dei ragazzi mentre guardavano il nostro Presidente parlagli di comportamento, educazione, rispetto e valori” il commento di Piero Lombardi.

La conservazione della tradizione ai valori del Club e di attaccamento alla maglia ha portato il settore giovanile ad adottare un’importante iniziativa: i capitani delle squadre nazionali ogni domenica scendono in campo con la maglia numero 8, la maglia che fu di Renato Curi.