Vania Peverini, al termine della partita vinta in maniera netta dalle Grifoncelle sulla Jesina, ha dichiarato: “Complimenti alle ragazze che hanno affrontato la partita nel modo giusto. Nel primo tempo siamo state brave a capitalizzare quanto creato nell’ambito di una partita molto equilibrata. Nella ripresa siamo rientrate consapevoli che non serviva forzare la manovra e la giocata, quindi abbiamo fatto la partita con calma e pensando. Questo è importante secondo me da sottolineare perché mi fa capire di avere una squadra matura. Le ragazze che sono subentrate poi hanno dato il massimo e chiuso la partita, altro aspetto da evidenziare con forza. Sono davvero orgogliosa. Ora avanti così, avremo la sosta domenica prossima per allenarci al meglio e prepararci per la gara contro la Torres”.

Anche Corinna Fiorucci, capitano biancorosso, mette l’accento sulla mentalità e sulla capacità della squadra di leggere la gara: “Abbiamo azzeccato l’approccio, siamo entrate col piglio giusto e la cattiveria adatta per una sfida difficile, indirizzando la partita dalla nostra parte. Tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo la Jesina ha provato a tornare in gara, ma ci siamo riprese il controllo del gioco e portato a casa una vittoria meritata. Spendo due parole per chi è entrata in corso d’opera perché ha portato in campo oltre che freschezza atletica anche un’iniezione di cattiveria agonistica che non guasta mai e che ha dato la spallata definitiva alla gara. Sono contenta perché stiamo migliorando sotto tutti i punti di vista e oggi abbiamo fatto un passo in avanti sotto il profilo della mentalità e della maturità. Sono convinta che continuando di questo passo, continuando a dare il massimo in allenamento riusciremo a toglierci qualche soddisfazione”.