Nel pomeriggio di oggi la prima squadra italiana di pallamano in carrozzina era all’Antistadio per assistere agli allenamenti

Lo sport occupa da sempre un ruolo importante per i giovani poiché permette loro di avvicinarsi ad alcuni valori fondamentali della società odierna come il senso d’appartenenza, il rapporto con gli altri, lo spirito di squadra, il rispetto dell’altro ma anche l’integrazione sociale e la competizione. Lo sport è da sempre anche uno strumento utile per misurarsi con se stessi, per conoscersi e superare i propri limiti. Ed è con questo spirito che nel pomeriggio di oggi i nostri cari amici della A.S.D.A. Superteam Libertas Perugia sono venuti a trovarci all’Antistadio Renato Curi e ad assistere al secondo allenamento settimanale che porterà alla sfida di campionato di sabato prossimo contro il Brescia. E, come accade ormai da molti anni, anche sabato saranno presenti allo stadio posizionati proprio dietro alla panchina biancorossa.

L’A.S.D.A. Superteam Libertas Perugia è la prima squadra italiana di pallamano in carrozzina. Gli atleti sono bambini e ragazzi, disabili e non, di età compresa fra i 6 e i 28 anni. Un progetto pilota nato proprio in Umbria e sostenuto dal CIP che può fare da esempio anche alle altre regioni italiane. Nel 2016 la squadra della Superteam ha rappresentato l’Italia a Solvesborg in Svezia in occasione del Campionato Europeo di pallamano insieme alle Nazionali di Svezia, Olanda e Portogallo.

Al termine dell’allenamento pomeridiano a cui era presente anche il presidente Massimiliano Santopadre, i calciatori e Mister Nesta si sono diretti verso i ragazzi a bordo campo per scattare qualche foto e firmare autografi.