Una stagione ricca di vittorie, successi con tanti episodi che hanno reso speciale il tragitto fino allo scudetto

Con la vittoria per 4-2 sul Torino la Juniores dell’A.C. Perugia Calcio femminile si è aggiudicata il titolo di campione d’Italia della stagione 2018/2019.

Il primo passo del lungo cammino delle biancorosse che ha portato alla vittoria nella finale è iniziato il 27 ottobre quando sul campo della Libertas le calciatrici Venia, Bolognini, Angori, Viola e Petrara hanno firmato il 5-1 definitivo. Una vittoria che è stata di buon auspicio e che si è ripetuta il 3 novembre quando, nella partita successiva, le grifoncelle scendono in campo tra le mura amiche battendo 9-0 le ragazze del San Miniato, davanti al proprio pubblico.

Il prosieguo del campionato ha visto il Perugia Juniores Femminile battere in successione Pontedera, Rinascita Doccia e Vigor.

Nel girone di ritorno ancora tutte vittorie e zero sconfitte per le ragazze allenate da Mister Francesco Goretti ma c’è stato un episodio in particolare che merita menzione e che nel giro di poco tempo è diventato virale. È il 12 gennaio 2019 e siamo nel penultimo turno del girone eliminatorio. La formazione biancorossa sta vincendo all’antistadio del “Curi” contro la Rinascita Doccia. Una gara subito in salita per le ospiti perché dopo appena un quarto d’ora le grifoncelle sono andate avanti di tre reti. Ma al 50′ viene assegnato al Perugia un rigore dubbio; sul dischetto Viola calcia volutamente fuori il calcio di rigore. Un gesto di fair play che resterà nella storia calcistica del Club e della stagione sportiva in generale.

Con quella vittoria l’A.C. Perugia Calcio Femminile Juniores accede con una giornata di anticipo alla fase finale del campionato di categoria. La squadra da affrontare ai quarti è il Riccione. Nella partita di andata giocata  il 25 maggio sul campo del Riccione un’autorete di Ligi e il raddoppio di Petrara mettono una seria ipoteca al passaggio in semifinale. Con il 2-0 dell’andata infatti si accendono le speranze per le biancorosse che prima di esultare definitivamente devono attendere la partita di ritorno. Il 4 giugno nella partita giocata all’antistadio Renato Curi le grifoncelle conquistano la semifinale grazie ad un secco 4-1.

Ma il tempo per riposare è poco perché ad attenderle in semifinale c’è la Vapa Virtus Napoli.

La prima gara della semifinale si gioca a Perugia, il 9 giugno, e finisce in parità 1-1. Le reti entrambe in apertura di secondo tempo, col vantaggio ospite di Albertini e il pareggio per le Grifoncelle di Piselli al termine di una bella azione personale. Un risultato che tiene tutto aperto in vista della partita di ritorno, che si giocherà sette giorni dopo in casa delle partenopee.

Nella delicata sfida di ritorno Il Perugia espugna per 3-1 il campo della Vapa Virtus Napoli accedendo di diritto alla fase finale Scudetto di categoria. Una prestazione di altissimo livello da parte delle biancorosse che hanno dominato il campo e hanno ipotecato la finale grazie alla doppietta di Angori e alla rete di Piselli.

Il resto è storia. La stagione si conclude con la grande vittoria Scudetto da parte delle nostre calciatrici. Una vittoria che rende speciale non solo un campionato o il movimento calcistico femminile ma che rende orgogliosa un’intera città.