Nella mattinata di mercoledì circa una cinquantina di ragazzi hanno preso parte alla seconda tappa del progetto giunto alla seconda edizione

La storia, il presente e le ambizioni del Perugia Calcio possono essere oggetto di studio? Assolutamente sì, questa è una delle ambizioni del progetto Grifo School Days che nella mattina di mercoledì 22 gennaio ha visto andare in scena la seconda tappa della seconda edizione.

A visitare le strutture della società sono state le classi quinte delle scuole primarie Enrico Pestalozzi e Aristide Gabanelli. Dopo la consueta visita al Museo – ormai diventata un vero e proprio marchio di fabbrica del progetto – le bambine e i bambini, accompagnati dallo storico Carlo Giulietti e dallo staff biancorosso, hanno potuto rivolgere le loro domande a Nicola Falasco, difensore della prima squadra, ed a Oceane Marie Bayol, portiere della prima squadra femminile. Entrambi sono rimasti con gli alunni anche durante la merenda di metà mattinata che ha seguito l’intervento dello Slo Massimiliano Rossi, il quale ha spiegato la grande organizzazione che c’è dietro una tifoseria calda e appassionata come quella biancorossa.

La seconda parte della mattina ha visto i campi da gioco protagonisti assoluti: prima lo stadio Renato Curi, che i bambini sono sempre stati abituati a vedere dagli spalti e che ieri hanno potuto osservare dal prato, e poi il centro sportivo biancorosso dove si allenano prima squadra, settore giovanile e femminile.  Al termine del tour sono stati consegnati gli album delle figurine del Perugia Calcio e le borracce plastic free offerte dallo sponsor Emisfero.

Dopo questa giornata il Perugia ha una cinquantina di piccoli tifosi in più pronti a sostenere il Grifo in tutte le sue battaglie.