É la vigilia del ritorno della semifinale di Coppa Italia di Serie C, con il Perugia Calcio Femminile che rende visita al Napoli. Si riparte dall’1-1 della sfida di andata in Umbria: il match avrà inizio alle 15 sul campo sportivo del Cus Napoli. Questo risultato mette leggermente in vantaggio la formazione campana, ma mister Vania Peverini descrive le sue Grifoncelle come una squadra carica e assolutamente pronta per una sfida importantissima: «Le ragazze sono pronte, concentrate e vogliose di fare una bella partita. Sappiamo tutti l’importanza di questa gara, però allo stesso tempo è fondamentale che la squadra non si lasci sopraffare dalla tensione e dall’ansia. Dobbiamo andare a Napoli con l’intenzione di fare del nostro meglio e dimostrare quello che sappiamo fare: quando ci siamo riuscite abbiamo sempre fatto la differenza, quando invece la tensione si è fatta sentire abbiamo fatto fatica. Quindi prima di tutto il passo iniziale per disputare un’ottima gara è approcciare psicologicamente nel migliore dei modi, deciso ed equilibrato, cercando il nostro gioco e facendo tesoro degli errori fatti in precedenza». Il Napoli ha vinto il proprio girone di Serie C, il D, e quindi si giocherà la promozione in Serie B agli spareggi contro la Novese: «Il valore degli avversari lo conosciamo bene – prosegue Peverini – ma io conosco la qualità delle mie ragazze e so che saranno pronte a dare battaglia, e questa è la cosa più importante». Le due squadre dovranno essere pronte anche eventualmente ad una gara molto lunga e dispendiosa: la formula della manifestazione infatti prevede che se si dovesse ripetere il risultato dell’andata si dovranno disputare due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno. Se dovesse permanere il risultato dell’andata, si procederà all’esecuzione dei calci di rigore.