Mister Serse Cosmi in conferenza stampa alla vigilia del match di Coppa Italia Napoli-Perugia

Prime impressioni del gruppo in questa settimana

“Sei giorni dove ovviamente abbiamo, con lo staff, cercato di toccare tanti punti, ma il rischio in questi casi è di toccarne troppi. Siamo andati per gradi secondo quello che possono essere le esigenze attuali e quindi la preparazione a queste due partite, quella di Napoli e quella di Verona. Abbiamo dato priorità ad alcuni aspetti com’è normale e logico che fosse. Devo essere sincero, ho visto una partecipazione, un’attenzione, un’applicazione e anche un entusiasmo positivo. L’impatto è andato oltre a quelle che potevano essere le migliori aspettative riguardo ovviamente agli allenamenti. Poi sappiamo tutti benissimo che da domani iniziano le partite e quelle rimangono le risposte più attendibili che esistono nel calcio. Il resto è importante ma rimane una coreografia. Le partite sono l’essenza del calcio”.

Sulla partita di domani

“Come ho detto il giorno della presentazione, domani vorrei vedere alcune cose dalla mia squadra: personalità, perché sono questi i campi e gli avversari dove tu vedi qualcosa di concreto. Pur essendo un allenatore che sopporta quelli che sono gli errori tecnici e tattici in alcuni momenti, allo stesso modo sono un allenatore che fa fatica a digerire errori di attenzione ma soprattutto di personalità. Giochi contro una squadra più forte, fuori casa, in una partita secca e non devi aver paura, ad esempio di giocare la palla. Pertanto voglio vedere altri tipi di errori ma non quello”.  

(foto Settonce, riproduzione vietata)

Di seguito la conferenza stampa integrale