Cittadella, 11 settembre 2017 – Al termine della gara del “Tombolato” ecco le dichiarazioni del tecnico Federico Giunti:

”Accettiamo il verdetto del campo. Considerando i due tempi della partita è giusto. Resta il rammarico di non aver chiuso il primo tempo con un punteggio più tondo. Merito comunque al Cittadella. Quando abbiamo abbassato l’intensità con i tre riferimenti offensivi abbiamo sofferto. Siamo andati un po’ in difficoltà, abbiamo concesso l’occasione del palo e poco altro ma la superiorità del Cittadella nel secondo tempo va riconosciuta”.

“Il tridente offensivo è riproponibile. In attacco abbiamo sei giocatori che possono giocare tutti”.

“Vorrei rivedere il gol subìto. Probabilmente Antonio poteva cercare di stare un po’ più alto però, detto ciò, ci sta e complimenti sia a chi ha messo il pallone si chi lo ha anticipato. Nessun rimpianto”.

“A differenza delle altre partite abbiamo trovato un campo che probabilmente non era nelle miglior condizioni. Il Cittadella però è una squadra che ha giocato il miglior calcio degli ultimi anni quindi mi ritengo soddisfatto”.

“Colombario e Han sono destinati a calcare altri palcoscenici. Me li tengo stretti. Colombatto, quando il pallone lo hanno gli avversari, ha una capacità di lettura che mi permette di fare la fase difensiva”.

“Abbiamo creato tanto nel primo tempo. Un paio di ripartenze nella ripresa potevano essere gestite meglio ma sono contento dei ragazzi, la condizione andrà sempre migliorando quindi la tenuta sarà sempre maggiore. Con maggiore continuità possiamo dare fastidio a tante squadre”.