Bambini senza sbarre: il Perugia visita il complesso penitenziario di Capanne

2 Dicembre 2019

I figli dei detenuti hanno potuto tifare per i propri genitori in un match particolare con due arbitri d’eccezione.

Nella mattinata di lunedì 2 dicembre una rappresentanza del Perugia Calcio composta dal direttore generale Mauro Lucarini, dal collaboratore della Primavera Riccardo Treppaoli, dall’ufficio stampa e dai calciatori della Primavera Mame Ndir e Liran Rigen, ha visitato il nuovo complesso penitenziario di Perugia “Capanne” in occasione dell’iniziativa “Bambini senza sbarre” volta a sensibilizzare il tema del rapporto fra i genitori detenuti e i bambini. Per l’occasione si è svolta una partita speciale fra detenuti a cui hanno assistito anche le famiglie. A indossare le vesti da arbitro sono stati i due ragazzi della Primavera. Il funzionario giuridico-pedagogico Giovanni Mattioli, responsabile dell’area educativa, insieme al commissario capo Fulvio Brillo comandante della polizia penitenziaria del complesso penitenziario, hanno accompagnato la rappresentanza della società mostrando la struttura e le diverse attività che i detenuti svolgono all’interno del complesso, compresa la realizzazione dei due presepi per le imminenti festività natalizie. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla dottoressa Bernardina Di Mario, direttrice dell’istituto.

Presente anche il padre spirituale della società don Mauro.

Potrebbe anche Interessarti…

SPONSOR DAY 2024

SPONSOR DAY 2024

Perugia, 12 giugno 2024 - Tradizionale appuntamento di fine anno con lo sponsor day, l'evento riservato ai partner del...

CESSIONE SIMONE SANTORO

CESSIONE SIMONE SANTORO

AC Perugia Calcio comunica che la società Modena FC ha esercitato il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo...