SEMIFINALE PRIMAVERA 3 | AREZZO-PERUGIA 4-1

SEMIFINALE PRIMAVERA 3 | AREZZO-PERUGIA 4-1

Bomporto, venerdì 18 giugno 2021 – ore 17 – semifinale Campionato Primavera 3

AREZZO: Gagliardi, Bux, Ferraro, Tordella, Memushi, Martelli, Marras N., Verdelli, Marras D., Mussi, Sussi C. All. Sussi A.

PERUGIA: Baietti, Moccia, Menci, Rigen, Fabri, Darini, Ferraro, Lunghi, Morina, Mancino, D’Angelo. All. Pignataro (Formisano squalificato)

ARBITRO: Andrea Calzavara di Varese (Cesarano di Castellammare di Stabia – Arena di Roma 1)

RETI: 2’ pt Mussi, 6’ st e 33’ st Marras D., 23’ st Marras N., 28’ st (rig.) D’Angelo (P)

NOTE: giornata di caldo afoso.

MODENA – Si ferma alla semifinale il cammino della Primavera biancorossa che sul campo comunale di Bomporto (Modena) viene sconfitta per 4-1 dall’Arezzo. I ragazzi di Formisano (oggi squalificato), dopo lo svantaggio iniziale, hanno prodotto un grande sforzo per recuperare ma nella ripresa, complice anche il gran caldo, sono crollati. L’Arezzo, dal proprio canto, ha sfruttato la velocità dei tre attaccanti segnando nei momenti cruciali della gara.

Appena terminato il minuto di silenzio per ricordare Giampiero Boniperti c’è subito il vantaggio dell’Arezzo con Mussi che sugli sviluppi di una rimessa laterale insacca in rete. Il Perugia replica con alcune azioni che la difesa amaranto chiude con qualche difficoltà. È Mancino l’uomo a creare qualche pericolo in più con spunti personali.

Nella ripresa il raddoppio di Domenico Marras che con un bel sinistro di prima intenzione da dento l’area batte Baietti che comunque tocca la palla che sbatte sul palo e si insacca. Il tris arriva con Niccolò Marras che sempre sugli sviluppi di una rimessa laterale si gira in area e infila la palla sotto l’incrocio. Cinque minuti dopo Andrea Mancino si procura un calcio di rigore che D’Angelo trasforma con grande freddezza spiazzando il portiere e accorciando così le distanze. A chiudere i conti al 33′ st ancora Domenico Marras che dalla sinistra si incunea in area e sigla il 4-1 finale.

Si chiude qui la stagione per i biancorossi mentre l’Arezzo si giocherà la finalissima domenica mattina contro il Cesena che nell’altra semifinale ha battuto la Cavese 3-0.

(foto Settonce, vietata riproduzione)

18^ GIORNATA | PERUGIA-TERNANA 2-1 – GRIFO ACCEDE ALLA FINAL FOUR (HIGHLIGHTS)

18^ GIORNATA | PERUGIA-TERNANA 2-1 – GRIFO ACCEDE ALLA FINAL FOUR (HIGHLIGHTS)

Perugia, sabato 12 giugno 2021 – ore 15 – antistadio “R.Curi” – 18^ giornata campionato “D.Beretti” Girone E

PERUGIA: Baietti, Angori, Menci (1′ st Pellegrini), Rigen (29′ st Maisto), Fabri, Darini, Ferraro (21′ st Pesciallo), Galeotti, Morina, Mancino (21′ st Moccia), D’Angelo (11′ st Lunghi). A disp. Cerbini, Barontini, Larosa, Del Prete, Russo, Ba, De Marco. All. Formisano

TERNANA: Tamburelli, De Mutis (22′ st Bellardinelli), Libera (1′ st Benedetti), Giordano, Gaggiotti, Nunzi, Cissokho (22′ st Diop), Canciani, Falanga, Ly (30′ pt Odero), Niosi (1′ st Perri). A disp.: Bartolocci, Mora, Colalelli, Monaldi, Sabatini, Giustini. All. Mariani

ARBITRO: Andrea Reali di Foligno (Andrea Cannoni e Riccardo Mattei di Città di Castello)

RETI: 13’ pt Morina, 20′ st Lunghi, 39′ st Falanga (rig.)

NOTE: espulso al 41′ st Angori (P) per proteste e al 51′ st allenatore del Perugia Formisano. Ammoniti Falanga, mister Mariani, Menci, D’Angelo, Mancino, Lunghi.

HIGHLIGHTS: https://youtu.be/nlTZ6C98IyE

PERUGIA – Non poteva esserci vittoria migliore per i ragazzi della Primavera biancorossa che battendo 2-1 la Ternana nel derby umbro riscattano la sconfitta di andata e prendono così i tre punti fondamentali che permettono di accedere alla final four con le altre migliori quattro prime classificate dei gironi. Sede e orari della fase finale verranno comunicate successivamente.

Primo tempo di marca biancorossa e già al 9’ Morina entra in area, rientra sul destro evitando l’avversario diretto e sempre di destro a giro sfiora l’incrocio dei pali. Al 13′ vantaggio Perugia sempre con Morina (ottavo centro stagionale) che devia in rete un cross dalla sinistra. La difesa biancorossa è attenta e con Baietti chiude ogni possibile pericolo. Altre occasioni capitano anche a Mancino e Angori ma entrambi i tiri vengono parati da Tamburelli.

Nella ripresa la Ternana si riversa in attacco e produce un’occasione con Falanga che su un cross dalla sinistra manda fuori di piatto destro da pochi passi. Ci pensa Alberto Lunghi, entrato poco prima, a raddoppiare al 20’ st. L’attaccante si accentra e con un destro a incrociare non potente ma preciso infila la palla nell’angolino basso. Grande festa i campo e anche sugli spalti, aperti nell’occasione al 25% della capienza. Quarta rete per lui in campionato. Poco dopo brivido per il Perugia perché Nunzi da fuori area, raccogliendo una respinta di pugno di Baietti, calcia a botta sicuro cogliendo il palo. Al 39′ st Odero viene atterrato in area e per l’arbitro è calcio di rigore che Falanga trasforma  con un destro centrale. Per lui la consolazione della vittoria della classifica marcatori con nove centri. Il Perugia in contropiede sfiora più volte il tris (Pesciallo con un tiro a giro sfiora incrocio). Nel finale Angori viene espulso tra lo stupore generale e al 51′ st anche il tecnico Formisano viene allontanato da Reali di Foligno. Al triplice fischio scatta la festa biancorossa.

Il Perugia, già primo matematicamente, chiude con 38 punti accedendo così alla final four. Il Teramo, secondo, chiude a 30 punti, la Ternana, terza, a 27.

Grande emozione – commenta a fine gara mister Formisano – raggiungere un finale scudetto vincendo il derby così al batticuore è stato bellissimo. I ragazzi non si sono distratti e hanno vinto meritatamente questa partita e il girone. Il derby di andata ci aveva fatto venire cattivi pensieri che non esistono perché questi ragazzi hanno lottato centimetro su centimetro. Due anni fa raggiunsi una fase finali con Allievi A/B ma senza retorica dico che questa di oggi ha un significato ancora più importante perché la città di Perugia merita sempre il meglio. Alle finali  ci saranno le migliori ma noi andremo per vincere”.

PROSSIMO TURNO: venerdì 18 giugno semifinali, domenica 20 giugno le finali. Sede, orario e sorteggio squadre da stabilire.

(foto Settonce, vietata riproduzione)

 

17^ GIORNATA | SAMBENEDETTESE-PERUGIA 0-2

17^ GIORNATA | SAMBENEDETTESE-PERUGIA 0-2

San Benedetto del Tronto, sabato 5 giugno 2021 – ore 12:30 – campo sportivo “G.Merlini” – 17^ giornata campionato “D.Beretti” Girone E

SAMBENEDETTESE: Pompei, Murati, Brunoi, Domizi, Zappasodi (31′ st Pagliuso), Delle Compagni, Catinari (18′ st Pacchioli), Amatucci, Pesce, Cardoni (18′ st Ouali), Pietropaolo (25′ st Del Marro). A disp.: Palestini, Fiscaletti, Acciarini, Mosca, Poli. All. Alfonsi

PERUGIA: Cerbini, Angori, Menci, Rigen, Ba (18′ st Barontini), Darini, Ferraro (43′ st Larosa), Galeotti, Morina (43′ st Dioum), Mancino (29′ st Pellegrini), Lunghi (29′ st Seghetti). A disp. Moro, Moccia, Krouba, Russo, Pesciallo. All. Formisano

ARBITRO: Luca Pasqualini di Macerata (Michele Pio Rinaldi di Macerata – Riza Zela di Ancona)

RETI: 10′ pt Rigen, 42′ st Morina

NOTE: ammonito Pietropaolo

HIGHLIGHTShttps://youtu.be/-Pr7LNNKsok

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con una rete per tempo di Rigen e Morina la Primavera biancorossa batte 2-0 la Samb vincendo così il proprio girone di competenza. Ma non è finita qui. Perché solo vincendo all’ultima giornata il derby contro la Ternana i biancorossi possono sperare di accedere alla final four di Coverciano in programma dal 18 al 20 giugno. Le migliori quattro prime dei sette gironi verranno scelte attraverso un calcolo matematico che tiene conto di alcuni fattori.

Il vantaggio porta la firma di Rigen al termine di una bella azione che ha visto protagonisti prima Morina e poi Pesciallo le cui conclusioni hanno trovato l’opposizione di Pompei prima della tiro finale del centrocampista biancorosso alla terza marcatura stagionale. Raddoppio nel finale con Morina (settimo centro) che a tu per tu con il portiere ha insaccato nell’angolino basso. Al fischio finale comprensibile la gioia di tutta la panchina biancorossa.

Perugia che chiude al primo posto con 35 punti (frutto di 11 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte), davanti a Teramo, che al momento è a quota 27 con due gare da recuperare, e Ternana.

“Siamo moderatamente soddisfatti – commenta il Responsabile del Settore giovanile Jacopo Giugliarelli – e ringraziamo in primis per questo risultato il presidente Santopadre e tutta la dirigenza per aver creato le condizioni necessarie per il lavoro quotidiano dei ragazzi.
E poi naturalmente un ringraziamento va al mister, a tutto lo staff tecnico, al direttore tecnico, e ai collaboratori.
Il nostro vero obiettivo però è quello di creare un modello organizzativo e di lavoro che consenta ai ragazzi del nostro settore giovanile di entrare in pianta stabile in prima squadra da qui ai prossimi anni.
Ma il nostro campionato non finisce qui perché l’ultima sfida ci ha regalato un derby e tutti noi sappiamo l’importanza di questa partita che dobbiamo vincere per continuare a sperare di rientrare tra le prime migliori quattro che si contenderanno le Final Four di Coverciano”.

PROSSIMO TURNO: Perugia-Ternana, sabato 12 giugno

16^ GIORNATA | PERUGIA-GUBBIO 0-1 (HIGHLIGHTS)

16^ GIORNATA | PERUGIA-GUBBIO 0-1 (HIGHLIGHTS)

Perugia, sabato 29 maggio 2021 – ore 10:30 – stadio “R.Curi” – 16^ giornata Campionato “D.Beretti” Girone E

PERUGIA: Baietti, Angori, De Marco (30′ st D’Angelo), Rigen, Menci, Pesciallo (42′ st Russo), Ferraro Tammaro, Fabri (30′ st Dioum), Morina (15′ st Lunghi), Mancino (42′ st Krouba), Maisto. A disp.: Cerbini, Pellegrini, Barontini, Larosa, Del Prete, Galeotti, Ba. All. Formisano.

GUBBIO: Montanari, Guerri, Crescentini, Gaia, Lentini, Giacometti, Farinelli (30′ st Ragnacci), Bocci, Nacciarriti (37′ st Pelliccia), Ruggeri, Rossi (7′ st Tiny Signy). A disp.: Elisei, Costantini, Malafronte, Fabbretti, Pauselli, Godano, Vagnetti. All.: Argentina.

ARBITRO: Ilaria Possanzini di Foligno (Francesco Foglietta di Foligno – Arban Krriku di Foligno)

RETI: 24′ st Nacciarriti (G)

NOTE: ammoniti Fabri, Rossi, Ragnacci

HIGHLIGHTS: https://youtu.be/rS1CIFsKz6o

PERUGIA – Il gol di Nacciarriti a metà del secondo tempo condanna la Primavera biancorossa alla seconda sconfitta stagionale portando tre punti in casa Gubbio. Dopo il pareggio di Fermo della scorsa settimana ecco un’altra giornata poco positiva per i biancorossi che in alcune situazioni sono apparsi distratti e anche prevedibili. Il merito va anche al Gubbio che ha chiuso tutti gli spazi concedendo veramente poco agli avversari.

Si gioca al Curi sotto un gran sole. Nei primi minuti due occasioni per Mancino che prima manda fuori e poi si fa parare conclusione dal portiere. Al 20’ Rigen si accentra e tira ma il sinistro è poco preciso. Cinque minuti dopo ancora Rigen in area anticipa tutti con il destro ma Montanari si oppone bene e devia in angolo. Prima frazione che si chiude senza altre emozioni particolari.

La ripresa inizia con un palo colpito da Fabri al 3′ con un destro a giro su punizione. Il Gubbio prende coraggio e al 20′ st Lentini con un lancio da 40 metri, che probabilmente era destinato altrove, per poco non sorprende Bagnetti che si rifugia in angolo. Al 23′ st gli ospiti vanno in gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma l’assistente alza la bandierina ravvisando un fuorigioco. È l’antipasto del gol di Nacciarriti che viene lanciato nello spazio da un compagno e con un tocco morbido supera Bagnetti in uscita. Questa volta la rete è buona e tutta la panchina festeggia. I biancorossi si riversano in attacco ma in modo poco lucido. Al 34′ st Lunghi vince rimpallo in area ma il destro termina alto. Poco dopo altro gol annullato al Gubbio, precisamente a Guerri. Angori ci prova su punizione dai 30 metri ma non inquadra la porta. Al triplice fischio gioisce il Gubbio.

Quando mancano due giornate al termine il Perugia rimane fermo a quota 32 in attesa del Teramo (27 punti) che ha rinviato la gara contro la Sambenedettese. Gubbio che sale a 24.

“Per me è stata un giornata emozionante – spiega a fine gara mister Argentina – perchè da ragazzo venivo qui al Curi a seguire il Perugia di Giunti, Cornacchini e oggi ho vinto con la mia squadra contro un Perugia che ha individualità sopra la media, che gioca in verticale e fa possesso palla. Noi abbiamo sfruttato le nostre caratteristiche cioè umiltà e grinta, tipica di noi eugubini, senza nulla togliere ai biancorossi che vinceranno sicuramente il campionato. Dedico la vittoria a tutte quelle persone che lavorano dietro le quinte del settore giovanile e al presidente Notari che attraverso i tamponi ci ha fatto stare tranquilli”.

“Sconfitta amara che brucia – commenta mister Formisano – nel primo tempo abbiamo avuto varie occasioni, sapevamo che affrontavamo una squadra battagliera e che ha lottato su ogni pallone e dopo lo svantaggio si è fatta difficile. Loro hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e noi non abbiamo concretizzato”.

PROSSIMO TURNO: Sambenedettese-Perugia, sabato 5 giugno

15^ GIORNATA | FERMANA-PERUGIA 2-2 (HIGHLIGHTS)

15^ GIORNATA | FERMANA-PERUGIA 2-2 (HIGHLIGHTS)

Fermo, sabato 22 maggio 2021 – ore 13 – campo sportivo “San Claudio” – 15^ giornata Campionato “D.Beretti” Girone E

FERMANA: Fatone, Malara, Danto (81′ Mammalucco), Tarulli, Lorenzoni, Del Rosso (73′ De Carolis), Diouane, Ley, De Dominicis, Santilli, Marini (77′ Bottoni). A disp.: Tolomeo, Germani, Markiewicz, Sciamanda, Costantini, Grassi, Fiorista, Marcaccio, Ponzielli. All. Mercanti

PERUGIA: Baietti, Moccia, Pellegrini, Rigen (75′ Dioum), D’Angelo (60′ Russo), Menci, Ferraro (91′ Galeotti), Fabri, Morina, Mancino, Maisto (60′ Lunghi). A disp.: Moro, Barontini, Larosa, Del Prete, Ba. All. Formisano

ARBITRO: Alessandro Bini di Macerata (Enrico Baldoni di Ancona e Christian Cercaci di Macerata)

RETI: 8′ pt Fabri (P), 14′ pt Marini (F), 36′ pt Santilli (F), 44′ st Pellegrini (P)

NOTE: espulso al 9′ st De Dominicis (F) per doppia ammonizione. Ammoniti Pellegrini, Ley, Malara.

HIGHLIGHTS: https://youtu.be/jhW4vyIdG_A

FERMO – Finisce 2-2 fra Fermana e Perugia. Una gara ricca di occasioni e di gol che i biancorossi riacciuffano solo nel finale.

A passare avanti è il Perugia che dopo otto minuti trova il vantaggio con Fabri, alla seconda rete stagionale, con una grande punizione a giro di destro che si infila sotto l’incrocio. Passano pochi minuti e la Fermana trova il pari con Marini, anche lui alla seconda marcatura stagionale, che appena entrato in area trafigge il portiere con un destro potente. Poi Morina spreca malamente sull’uscita del portiere e Rigen impegna Fatone con un tiro rasoterra. Locali che trovano il vantaggio al 36′ pt con Santilli che approfitta di un retropassaggio corto della difesa biancorossa e dai 30 metri supera Bagnetti con un pallonetto. La prima frazione si chiude con un’altra occasione per i padroni di casa ma Baietti è attento e para la conclusione ravvicinata.

Nella ripresa il Perugia si riversa in attacco, Morina impegna il portiere con un tiro all’incrocio. De Dominicis si fa espellere dopo 9 minuti e lascia la Fermana in dieci. Morina alla fine insacca la palla in rete su un cross teso dalla destra ma l’assistente segnala fuorigioco. Ancora il numero nove biancorosso ci prova di destro, para il portiere. Lo sforzo dei ragazzi di Formisano viene premiato al 44′ st con Pellegrini che approfitta di un uscita a vuoto del portiere su un cross insidioso e a porta vuota insacca il definitivo 2-2.

Perugia che con questo punto sale a quota 32 punti seguìto dal Teramo a quota 27.

PROSSIMO TURNO: Perugia-Gubbio, sabato 29 maggio

14^ GIORNATA PRIMAVERA 3 | PERUGIA-A.J.FANO 2-1 (HIGHLIGHTS)

14^ GIORNATA PRIMAVERA 3 | PERUGIA-A.J.FANO 2-1 (HIGHLIGHTS)

Perugia, sabato 15 maggio 2021 – ore 12 – antistadio “R.Curi” – 14^ giornata campionato Primavera 3 “D.Beretti” Girone E

PERUGIA: Baietti, Angori, De Marco (33′ st Pellegrini), Rigen, Menci, Moccia, D’Angelo (42′ st Galeotti), Fabri, Russo (1′ st Morina), Mancino (33′ st Ba), Maisto (27′ st Ferraro). A disp.: Moro, Krouba, Barontini, Larosa, Del Prete, Dioum. All. Formisano

A.J.FANO: Cinotti, Ferri (24′ st Belli), Mea, Giunti, Tamburini, Mariotti, Allegrucci (44′ st Montesi T.), De Marco A. (38′ st Fronzi), Ciani (24′ st Bonis), Palazzi (44′ st De Meo), Serges. A disp. Montesi G., Brocca, De Marco G., Sabatinelli, Venanzi, Traini, Ripesi. All. Rondina

ARBITRO: Walid Kandli di Foligno (Francesco Baroni e Valerio Amici di Foligno)

RETI: 34′ pt Serges (F) 11′ st Morina (P), 15′ st D’Angelo (P)

NOTE: giornata soleggiata. Ammoniti Maisto, Ba.

HIGHLIGHTS: https://youtu.be/OpMkDSzzJNo

PERUGIA – Il Perugia batte il Fano 2-1 continuando la fuga solitaria in testa alla classifica. Ma non è stata una partita facile per i ragazzi di Formisano che hanno trovato di fronte a sé una squadra ben organizzata e compatta che ha creato vari problemi sfiorando il pareggio nel finale. Così come contro il Teramo ci è voluto lo svantaggio per tirar fuori il carattere e la determinazione dei giovani biancorossi.

La prima occasione è per il Perugia con Angori che sfiora il palo con una punizione a giro, poi è Mancino a impegnare il portiere avversario. Gli ospiti dicevamo son ben organizzati, chiudono tutti gli spazi e al 33’ passano in vantaggio con   che insacca da pochi passi un cross dalla destra. Al 38’ è Baietti a deviare all’incrocio un tiro pericolosissimo.

Nella ripresa si vede un altro Perugia. Ancora Angori sfiora il palo su punizione. Al 10′ st l’episodio chiave. Fallo di mano in area ospite e calcio di rigore. Morina calcia potente di piatto destro ma Cinotti intuisce e respinge a lato, la palla non esce, Morina è il più lesto di tutti a crederci e da posizione quasi impossibile indovina la traiettoria giusta con la palla che si infila sotto le gambe del portiere e termina in gol. 1-1 e grande esultanza. Passano quattro minuti e D’Angelo sul lato sinistro finta, contro finta e poi di destro trova l’angolo basso sul primo palo alla destra del portiere. 2-1 e boato di gioia con tutta la panchina biancorossa. Gli ospiti si riversano in attacco e creano un pericolo ma Baietti è attento. I biancorossi vogliono chiudere la partita ma prima Rigen da posizione defilata e poi Ferraro, forse un pò egoisti, si fanno respingere le rispettive conclusioni. Nel finale proteste del Fano per un episodio dubbio in area del Perugia ma l’arbitro lascia correre. Gli ultimi attacchi non producono effetti e finisce con la vittoria dei Grifoni, la decima su dodici partite.

Tre punti che portano il Perugia a quota 31, davanti al Teramo impegnato in giornata. Fano che rimane a 15.

“Partita complicata – spiega nel post gara mister Formisano – la sesta in 17 giorni, sapevamo che al termine di questo periodo intenso potevamo lasciare qualcosa. Fano grande squadra, la loro classifica è bugiarda, provano sempre a giocare a viso aperto e anche oggi lo hanno fatto. Noi ottimo primo tempo fatto di qualità e palleggio, ci è mancato solo il gol. Loro alla prima occasione hanno segnato. Non abbiamo perso la lucidità e cosi come contro il Teramo abbiamo ribaltato la partita. Vittoria sofferta ma altrettanto bella. Il derby perso brucia (unica sconfitta di questo campionato ndr) ma con tre vittorie di fila la squadra ha reagito nel migliore dei modi, lavorando e andando ancora più forte di prima”.

PROSSIMO TURNO: Fermana-Perugia, sabato 22 maggio